Francesca Santoro

Co-founder BRYLA

Laureata in Ingegneria biomedica all’Università di Napoli “Federico II” con la specializzazione in biomaterials. Consegue il titolo di dottorato di Ricerca nel 2014 in Electrical Engineering and Information Technology presso l’università RWTH Aachen e il Forschungszentrum Juelich (Germania) acquisendo competenze nel campo della bioelettronica in particolare interfaccia tra dispositivi elettronici e ambienti biologici. Dal 2014 al 2017 è ricercatrice presso il dipartimento di Chimica alla Stanford University (USA) specializzandosi in materiali nanostrutturati per l’interfaccia con il corpo umano. Nel 2017 fonda il Tissue Electronics Lab come Principal Investigator presso l’Istituto Italiano di Tecnologia di Napoli. E’ tra gli MIT Technology Review Innovators of 2018 in Italia e Europa nella sezione ‘Pioneers’ (prima italiana dal 1999). Nel 2019 è stata inserita tra le ‘100 donne che cambieranno il mondo’ e tra le ‘Donne D dell’anno’ da La Repubblica. Nel 2020 è stata inserita tra le ‘Unstoppable Women’ da StartupItalia e ha vinto lo European Research Council (ERC) Starting Grant. Ha pubblicato più di 30 articoli scientifici, è stata TEDx speaker nel 2019 e speaker ad eventi di divulgazione scientifica e su tematiche dell’innovazione tecnologica. Dal 2019 è co-founder della startup BRYLA.